Thursday, October 30, 2008

Italieni - Memole Version

Italieni # 18

Torno per un attimo sulla questione delle classi separate per gli immigrati. La proposta della Lega è stata scritta così male che pure Santoro, durante la scorsa puntata di Annozero, non ne veniva più a capo:

“La scuola italiana deve essere in grado di supportare una politica di «discriminazione transitoria positiva», a favore dei minori immigrati, avente come obiettivo la riduzione dei rischi di esclusione.”

Memole dice: Ma cosa #?*!° vuol dire discriminazione positiva transitoria? Anche l’apartheid per i suoi sostenitori era una discriminazione positiva e transitoria, lo sapevate?

L’ordine del giorno leghista prevede inoltre "la creazione di percorsi educativi per gli stranieri sui seguenti argomenti: a) comprensione dei diritti e doveri (rispetto per gli altri, tolleranza, lealtà, rispetto della legge del paese accogliente); b) sostegno alla vita democratica; c) interdipendenza mondiale; d) rispetto di tradizioni territoriali e regionali del Paese accogliente, senza etnocentrismi; e) rispetto per la diversità morale e cultura religiosa del paese accogliente."

Memole dice: Forse la Lega è convinta che l’ABC dell’educazione civica moderna serva solo a coloro che fingono di pregare in moschea e invece complottano attacchi terroristici, o a coloro che ballano al chiaro di luna intorno ad un pentolone con a mollo un padano che tiene un limone in bocca (perché è questo che sono gli immigrati per i leghisti). In realtà sono in primo luogo i leghisti ad aver bisogno di queste nozioni elementari, rileggetele un po’!

Dalla rubrica “Parole in Corso” di Gian Luigi Beccaria da La Stampa 25 ottobre 2008-10-26

[…] I Timpanaro si occupavano di tamburi e tamburelli, i Tornatore erano tornitori e calderai i Magnani. Oggi il più famoso personaggio con probabili avi “magnani” è Calderoli (cognome che registra le maggiori presenze in Lombardia). Il cognome si rifà a quegli ambulanti che un tempo di paese in paese passavano a stagnare le pentole di rame. Era un mestiere tradizionalmente esercitato dagli zingari.
Ci fa notare in un saggio ancora in stampa un noto dialettologo pisano, Franco Fanciullo, che con un certo tasso di probabilità “il nostro signor Calderoli, esponente di primo piano di un partito che si segnala per le misure repressive contro gli extra-comunitari in generale e contro i rom in particolare, per paradossale ironia della sorte potrebbe aver avuto un antenato zingaro”.
Ha in animo di cacciare gli antenati suoi.

Memole dice : Chi disprezza compra?

Notizie all’italiana, cioè per ridere (o piangere):

“Un complotto per assassinare il candidato alla presidenza degli Stati Uniti Barack Obama e uccidere (sparando o anche decapitandoli) afroamericani in Tennessee, messo a punto da due presunti neo-Nazisti «skinheads», è stato sventato da investigatori federali americani.”

Memole dice: Anche questa volta Studio Aperto ha detto che si esclude la motivazione razziale, vero?”

5 comments:

  1. Praticamente sì Stefania;studioaperto ha liquidato il tutto velocemente;
    quelli della lega sono una massa di pecoroni (con tutto il rispetto per gli ovini) :D

    ReplyDelete
  2. Studio Aperto non è un telegiornale.

    ReplyDelete
  3. This comment has been removed by the author.

    ReplyDelete
  4. Grande Stefania!
    Sai, se dovessi scrivere una legge del genere mi vergognerei a proporla ai miei elettori.
    Questi non si fanno scrupoli.
    Ho i brividi.
    gio

    ReplyDelete
  5. Ha ragione "Articolo 21": aprirò un gruppo su facebook contro l'uso errato della parola telegiornale. Anche quello su rete 4 deve venir definito in tutte le guide tv come "propaganda di regime".
    Che triste che è il nostro paese. Con 'ste cose della riforma Gelmini poi. Anzi no, mi correggo: con i tagli della Gelmini, poi...

    ReplyDelete