Monday, October 13, 2008

Italieni - memole version

Italieni #15:
“Dopo il permesso di soggiorno a punti arriva la tassa sull'immigrato. Ogni straniero dovrà infatti versare 200 euro per chiedere il rilascio e il rinnovo del permesso o avviare la pratica di cittadinanza. La tassa va ad aggiungersi ai 70 euro di costi fissi già sborsati dai lavoratori extracomunitari. Il nuovo balzello è contenuto in due emendamenti leghisti al disegno di legge sulla sicurezza e servirà a finanziare un "fondo per la prevenzione dei flussi migratori" istituito presso la Farnesina.
Non si ferma dunque l'offensiva del gruppo del Carroccio al Senato: prima il permesso a punti per punire gli immigrati che commettono infrazioni, poi la regolarizzazione delle ronde cittadine, quindi l'obbligo di referendum prima della costruzione di una moschea. Ora, il giro di vite sull'immigrazione si arricchisce di un nuovo tassello.
[…]
Ma quale sarà l'effetto della nuova tassa sulle tasche degli immigrati? "Già oggi per richiedere il primo rilascio o il rinnovo del permesso di soggiorno il lavoratore straniero spende 70 euro tra spese postali, pagamento del bollo e costo del permesso elettronico - spiega l'avvocato Marco Paggi dell'Associazione di studi giuridici sull'immigrazione - Simile la spesa per ottenere la cittadinanza, tra pagamento del bollo e costo dei certificati in Italia e in madrepatria". Ora si vorrebbe aggiungere una tassa ad hoc di 200 euro. "Una tassa sui poveri, che rischia di minacciare pericolosamente il tenore di vita dei migranti”.
Un esempio? "Basta pensare a quei nuclei familiari - risponde Paggi - i cui componenti hanno contratti di lavoro a tempo determinato e che devono rinnovare il permesso di soggiorno ogni sei mesi. In tal caso, la famiglia dovrebbe sborsare, tra tasse e costi fissi, 540 euro all'anno per ogni suo membro". La Repubblica 12/10/2008

Memole says: Ci risiamo, la Lega parla tanto di voler favorire l’immigrazione regolare a scapito di quella clandestina e poi propone cose come questa (o come la Bossi-Fini, tanto per nominare un’altra porcata padana) che invece incoraggiano la clandestinità. Chi glielo fa fare di pagare 200 euro ogni volta che devono rinnovare quel benedetto permesso di soggiorno? Poi non lamentatevi se qualcuno si mette a spacciare la marijuana per arrotondare e poter sostenere queste spese assurde.

Italieni #16:
Tenendo gli occhi ben aperti anche nella fumosa Londra, mi sono accorta di un particolare leggendo il quotidiano Metro, distribuito gratuitamente in metropolitana. C'era un articolo riguardante una ragazza che è stata violentata mesi fa e che a quanto pare ha tentato di suicidarsi per la vergogna. Si contestava il fatto che la ragazza non sembra affatto sconvolta, come affermano i suoi avvocati, ma al contrario pubblica su facebook foto in cui si diverte con gli amici e sembra molto spensierata. Al della notizia in sè, c'era anche la foto dell'aggressore, un nero. Da nessuna parte nell'articolo si leggeva dell'etnicità dell'aggressore o della sua provenienza. Se questo articolo fosse apparso in un quotidiano italiano, si sarebbe intitolato "Africano che ha stuprato ragazza italiana bla bla bla" oppure "Italiano di origine bla bla bla si difende bla bla bla". In Inghilterra invece, almeno sulla carta, il fatto che l'aggressore sia nero o bianco, inglese o africano, cristiano o musulmano non ha alcuna rilevanza. Con questo non dico che a Londra non ci sia razzismo, ma almeno i media non lo instigano come purtroppo avviene troppo spesso in Italia.

Gli inglesi, invece, hanno problemi simili a quelli italiani in un altro campo, quello di calcio. Esiste infatti un videogioco chiamato Little Hooliganz, dove fin dall'età di sette anni puoi imparare a pestare i tifosi avversari con mazze da baseball, piedi di porco e persino pistole. Che schifo, questi siti li dovrebbero chiudere! Leggi notizia qui.

Parole (it)aliene

Silvio a.k.a. L'Imperatore: “Invito i capogruppo e i presidenti di Camera e Senato a procedere perché si cambino i regolamenti e il sistema affinché l’approvazione delle leggi sia più rapida, così come accade nel resto d’Europa. […] L’aumento dei poteri del premier non comporta nessun rischio di regime autoritario o dittatoriale, come dice qualcuno.”

Memole dice: Perché mi viene in mente il leitmotiv di Guerre Stellari usato per l'entrata di Dart Fener?

Roberto Maroni, Ministro dell’Interno, Lega Nord, risponde alla seguente domanda: Sull’emergenza rom e immigrati è scattata nei suoi confronti l'accusa di razzismo. Cosa risponde? "Da vent'anni si accusa la Lega di essere razzista. All'inizio mi dava molto fastidio. Adesso lo vedo come uno stereotipo che non ha effetto nell'opinione pubblica che sa bene che non lo siamo". L’Espresso, 2/10/08

Memole dice: Serve che vi linko qualche dichiarazione di Borghezio, Gentilini, Bossi & co.? Maroni ha di nuovo la sindrome di Jessica Rabbit: "Non siamo razzisti, ci disegnano così"!
Nota positiva, mi stupiscono le dichiarazioni di Fini, ultimamente piuttosto ferrato sull'argomento: "C'è stata un po' di accondiscendenza nei confronti di datori di lavoro che, lo dico in modo papale papale, a volte sono degli autentici sfruttatori degli immigrati" e "il problema non sono quelli che lavorano in nero, ma coloro che impiegano in condizioni di sfruttamento, coloro che arrivano in Italia spinti dal bisogno". Io è da secoli che lo dico e nessuno mi caga...

PS: Ehi, Clauds mi ha premiato. Che bello! Ho ricevuto questo premio creato da ManuBlog. Significa che sto facendo informazione, da London Town per di più!
Beh, io lo giro a Uhuru na usalama (a.k.a. Ileana, Cedric & Lauryn), La Mente Persa e Solar Time.

6 comments:

  1. Fini sarà il prossimo candidato del centrosinistra :)

    ReplyDelete
  2. Ciao Stefania!grazie dell'apprezzamento e del premio ;)
    il titolo è in swahili,che ho studiato per un pò all'uni:significa libertà e pace.
    per quanto riguarda questa stupida proposta della lega non ho parole:già gli immigrati fanno fatica a regolarizzarsi e trovareun lavoro,ci manca solo questa tassa,giusto per creare un'élite:cosa vogliono?solo gente alla 'sultano del brunei'???

    ReplyDelete
  3. grazie mille Stefania, troppo gentile.
    Dopo vengo a ritirare il premio così lo metto nel mio prox post.
    Le banche di Londra avranno i loro meritati crisantemi mentre Silvio abbraccia e bacia Bush facendo cadere il leggio dal palco per l'emozione ^^
    Almeno la sfiga ci riserva qualche risata ;)
    Grazie ancora tante, poi ti linko, mi sembrava di averlo già fatto (ogni tanto combino casini ^^).
    gio

    ReplyDelete
  4. ARTICOLO 21: Mi sa che hai ragione! Che ironia...

    UHURU: Che fosse swahili mi era venuto il dubbio infatti. Ma a che università è che fanno swahili??? A Torino? Mi ci iscrivo!
    Ahahah, i sultani del Brunei... Hai proprio ragione, questi leghisti sono proprio rincitrulliti.

    GIO: Che leggio? Non so niente, I live in a f***ing English bubble...

    ReplyDelete
  5. Ok Gio, ho visto il video del Berlusca che si emoziona e fa cadere il leggio! Vabbè, dai... può capitare a tutti.
    Io intanto aspetto con impazienza Obama! Davanti a lui si che farei cadere il leggio per l'emozione!

    ReplyDelete
  6. Ehhh magari Stefania fosse un'intero anno universitario di swahili..invece è stato un piccolo corso da 5 crediti durato 3 mesi...per il resto l'uni a Torino mi ha fatto proprio schifo:è anche grazie a lei che sono unemployed.. :(

    ReplyDelete