Sunday, December 14, 2008

Italieni - Memole Version

Italieni e inglesi (umani):

Mentre in Italia vengono chiuse le indagini nei confronti del prosindaco di Treviso Giancarlo Gentilini che era stato accusato di istigazione alla discriminazione razziale per alcune frasi pronunciate alla festa della Lega Nord a Venezia (leggile in questo mio vecchio post) e, anzi, gli viene data una scorta per timore di attentati... in Inghilterra è stata fatta trapelare una lista di membri del BNP, il Bitish National Party, un partito xenofobo di estrema destra (qui la notizia). In questa lista sono presenti, tra l'altro, alcuni insegnanti e dipendenti pubblici, che rischiano il posto. Giustamente, se sei razzista non dovresti fare l'insegnante o lavorare in un posto dove potresti sfavorire le minoranze etniche. Questo è quello che pensano la stragrande maggioranza degli inglesi. Il BNP prende lo 0,7% dei voti complessivi in Gran Bretagna, più o meno come la nostra Fiamma Tricolore. Molti, però, considerano la Lega Nord l'equivalente italiano di questo partito. E sappiamo bene che la Lega, oltre a prendere l'8% dei voti, è anche al governo. Oddio, magari un membro del BNP è molto più pericoloso di un leghista che offende a destra e a manca per ignoranza (anche se ultimamente non credo che si tratti neanche più di ignoranza, ma di intolleranza ed egoismo), ma resta il fatto che in Italia l'apologia del fascismo non viene punita sebbene sia un reato, sindaci e politici vari possono istigare alla discriminazione razziale senza che gli succeda niente, mentre dipendenti pubblici e forze dell'ordine picchiano e insultano chi considerano diverso o indegno di rispetto.

Con il mio Anno 13 (la nostra quinta superiore), la scorsa settimana abbiamo parlato di immigrazione e razzismo (è da programma, io avrei parlato di dieta mediterranea, Rinascimento e moda, così si fanno una bella idea dell'Italia!). Gli ho fatto leggere una dichiarazione di Calderoli, quella pronunciata dopo la vittoria ai mondiali contro la Francia, da lui accusata di aver schierato solo "negri, musulmani e comunisti". "How did he get away with that?" ha chiesto la mia studentessa. Come ha fatto a passarla liscia? Non lo so, Sarah, me lo chiedo tutti i giorni.

Parole (it)aliene:

Licio Gelli, fondatore della P2, si diverte a sparare cavolate a raffica. Già le ha postate Wil, ma per chi non le avesse ancora lette, ecco le sue dichiarazioni shock. "L'orrore, l'orrore" direbbe il colonnello Kurtz:

Su Berlusconi e il dialogo: "Sono giusti i decreti approvati senza dialogo con la minoranza. Berlusconi, che è giovane ed ha la maggioranza, dovrebbe rivolgersi all'opposizione politica proponendo e facendo passare i decreti anche senza il loro assenso".
Memole dice: Berlusconi giovane? Mah... certo in confronto a lui che è una mummia incartapecorita...

Su Obama: "Non mi aspettavo la vittoria di Obama. Credo che i bianchi non abbiano riflettuto su quello che accadeva un secolo e mezzo fa, quando i neri venivano incatenati, maltrattati, picchiati, incarcerati ed eliminati. C'erano dei locali dove potevano entrare solo i bianchi. Sono sicuro che, se ci fossero di nuovo le elezioni oggi, nessuno lo rivoterebbe, in molti ci ripenserebbero. Comunque Obama ha fatto delle promesse, adesso vediamo se le manterrà. Speriamo che faccia bene, indipendentemente dal colore della pelle". E ancora: "Se i neri e Obama si dovessero ricordare di quello che è stato fatto ai loro avi, ci potrebbero essere gravi ripercussioni, non so che fine potrebbero fare i bianchi".
Memole dice: Loro, al contrario di Gelli, provano ad andare avanti, non guardano sempre al passato, come fa lui con il fascismo. E poi, scusatemi, gli americani hanno appena votato, perché dovrebbero aver cambiato idea a un mese dalle elezioni?

Sull'omosessualità: Luxuria è stata una grande offesa al Parlamento. Durante il fascismo gay e lesbiche non esistevano, non se ne parlava, ed erano emarginati in quanto pederasti. Venivano mandati al confino non in quanto tali, ma per motivi diversi come l'associazione mafiosa o motivazioni politiche.
Memole dice: Vai Luxuria! Anche se ti mandassero al confino tu sei sopravvissuta all'Isola dei Famosi!

Su Mussolini: Rimpiango Mussolini. Se oggi ci fosse starei al suo fianco. Durante il Fascismo c'erano lavoro, sicurezza, serenità. Non c'era la mafia.
Memole dice: Non c'era la mafia? Hai appena detto che i gay li mandavano al confino con la scusa dell'associazione mafiosa, vuol dire che era una cosa abbastanza comune, no?

Sugli immigrati: i criminali extracomunitari dovrebbero essere messi in campi di concetramento, non intendo assolutamente i lager nazisti, ma dei luoghi in cui si possa capire chi arriva e il motivo per il quale arriva in Italia. Un domani potremmo ritrovarci figli, frutto dell’unione di coppie promiscue, chiazzati come le mucche Chianine, a macchie bianche e nere. Ad esempio, non avrei permesso ai vucumpra’ di venire in Italia, ma avrei insegnato loro a lavorare nella loro terra.
Memole dice: Capito Obama? Sei chiazzato, non abbronzato! A parte gli scherzi, questa è la peggiore, non posso credere che ci sia ancora in giro gente che pensa queste cose!

E per concludere, come la ciliegina sulla torta, una dichiarazione che dimostra l'intelligenza del senatur, altresì noto come 300,000 fucili. Gli si chiedeva come risolvere il problema della costruzione delle moschee ed ha risposto: "Basta non costruirne altre!"

9 comments:

  1. Treviso, drammaticamente, ha una tradizione di "uscite" vergognose e riprovevoli, dal dì in cui la Lega ha iniziato ad essere un movimento legittimato in Parlamento.

    A Milano, recentemente, stiano assistendo alla legittimazione delle "liste dei pazienti psichiatrici pericolosi", come se, peraltro, fosse possibile determinare scientificamente il rischio, a partire da una diagnosi.
    Io metterei una museruola a certi Assessori e Ministri: altro che...!

    ReplyDelete
  2. Treviso è una terra in cui la cultura del buon governo e della buona amministrazione è viva anche nei cittadini. Purtroppo è guastata da certi personaggi...

    ReplyDelete
  3. Oh cara Stefania,cosa le hai spiegato alla povera Sarah,abituata a modelli davvero democratici,ad una regina che pubblica su internet gli introiti del suo regno?Facciamo proprio ridere!!!!

    ReplyDelete
  4. Quella della mancanza della mafia durante il periodo fascista è una delle più grosse balle mai dette!

    ReplyDelete
  5. SAAMAYA: Quella proposta è vergognosa e sicuramente chi compila la lista non sa niente dell'argomento!

    ARTICOLO 21: Purtroppo la Lega e Gentilini hanno tantissimo seguito a Treviso, anche tra gente insospettabile.

    UHURU: Per fortuna che il semestre è finito e oggi ho schivato la lezione sulla mafia. Da gennaio in poi parlerò di tradizioni, arte e cucina italiana. Evviva!

    LA MENTE PERSA: Hai ragione, quante bugie ci vengono raccontate riguardo al fascismo! Sono davvero stanca di questo revisionismo!

    ReplyDelete
  6. Grazie Stefy... Colgo l'occasione per augurarti BUONE FESTE!!!!! Continua così che è proprio bello questo sguardo italiano "visto da fuori"... Non tutto è perduto!!! ;)

    ReplyDelete
  7. Kurtz del Conrad?

    Comunque il vecchio Licio ha ancora tanto da insegnarci...

    -
    ja

    ReplyDelete
  8. Ciao Stefania,
    come mai i nome Italieni a questa rubrica? Hai preso spunto dall'"Internazionale"?

    Comunque mi piace il tuo blog, ora lo aggiungo tra quelli da me seguiti!

    Ciao,
    Matteo

    ReplyDelete
  9. CANIFA: Grazie per i complimenti! Hai ragione, dobbiamo essere ottimisti...

    JA: Sì, Kurtz di Conrad o di Francis Ford Coppola se preferisci... E Licio sta dando sempre più spettacolo, ahimè...

    MATTEO: Sì, ho preso spunto dalla rubrica dell'Internazionale. E' una specie di omaggio, in realtà. Mi piaceva l'idea di elencare i modi in cui gli italiani si devono sempre distinguere da tutti, in particolare dai vicini europei. Ne sta venendo fuori una specie di "bottega degli orrori italiana"...

    ReplyDelete